Io sto con Gioacchino Genchi

18 aprile 2009

Il Sole tramonta, riaffiorano le menzogne

Filed under: WebNews — iostocongenchi @ 19:15
di Martina Di Gianfelice (19luglio1992.com)

Dopo il commosso addio di Gianni Riotta al TG 1, il compianto direttore è andato a inquinare l’aria a “Il Sole24Ore” che già presenta i primi sintomi della nuova gestione e li palesa in quest’articolo “Genchi, un mistero in 11 domande: consulente fedele o manipolatore? ” di Lionello Mancini . In un’intervista in stile Marzulliano in cui chi fa le domande e si dà le risposte è sempre la stessa persona, il giornalista effettua una specie di lavaggio del cervello sul lettore mischiando le carte in tavola, accostando alcuni frammenti di verità ad affermazioni prive di fondamento.

L’intervista-Marzulliana comincia col chiedersi “perchè Genchi è indagato” e nella seguente risposta si accenna ad eventuali accertamenti sull’operato complessivo del consulente che sarebbero condotti dalla Procura di Roma alludendo all’acquisizione di centinaia di milioni di dati (cifra inventata): “I Pm romani intendono verificare in che modo, quanto tempo fa, in riferimento a quali inchieste, il consulente palermitano abbia raccolto le centinaia di milioni di dati di cui è anche attualmente in possesso e sui quali continua a operare”. In realtà Genchi è indagato per presunti reati inerenti la sua consulenza nell’ambito dell’inchiesta “Why Not” dell’allora Sost. Proc. Luigi De Magistris, non per il suo operato in senso globale, e per presunto accesso abusivo all’anagrafe tributaria nell’ambito delle indagini sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone. I reati contestati al consulente sono quindi abuso d’ufficio, accesso abusivo all’anagrafe tributaria, violazione del segreto di Stato e della Legge Boato del 2003 che “dichiara inutilizzabili le telefonate di un indagato che parla con un parlamentare, salvo autorizzazione del Parlamento“.

In seguito il giornalista dà sfogo ai suoi impulsi repressi citando dichiarazioni mai rilasciate e mischiando le carte in tavola con una certa abilità, dono di pochi eletti.

Cito testualmente:

– “il poliziotto con il bernoccolo dell’informatica“: nessun bernoccolo, è solo il suo lavoro, autorizzato da un Pubblico Ministero. Il consulente al conferimento dell’incarico assume anche la funzione di Pubblico Ufficiale (promemoria per Martelli che ad Annozero apparve carente in materia).

– “Genchi sostiene di essere tuttora il consulente migliore e il più affidabile“: Genchi non ha mai dichiarato niente di simile, non ha le manie di grandezza come certi politici e giornalisti-cortigiani al seguito. Nella stessa risposta veniamo poi a conoscenza di una novità assoluta nel panorama mondiale: “Una differenza sostanziale è che Polizia e Carabinieri, aggiornati e dotati di strumenti adeguati, lavorano gratis per lo Stato“; ora io non so in che Paese viva Mancini, ma nel mio poliziotti e carabinieri sono stipendiati dallo Stato e non lavorano gratis per nessuno. Inoltre vorrei ricordargli che essi sono pubblici ufficiali come il consulente Genchi, motivo per cui sono entrambi retribuiti.

– L’uso del database da parte di Genchi è “border line rispetto alle norme in vigore“. Questa è in sè già un’affermazione priva di significato poichè qualsiasi cosa o è legale o non lo è, non esistono particolari vie di mezzo. In più risulta dal decreto di perquisizione della Procura di Salerno che l’operato di Genchi (e di De Magistris) non sia per niente border line ma perfettamente legittimo: “Gli approfondimenti esperiti da questo ufficio hanno evidenziato una serie di gravi patologie. Si evidenziano, in primis, i gravi profili di illiceità inficianti il modus operandi del procuratore generale avocante, dr. Dolcino Favi, che, dopo aver illegalmente avocato a sé il procedimento c.d. Why Not, disponeva la revoca con effetto immediato dell’incarico di consulenza del dr. Genchi, sulla base di un provvedimento privo di sostanziale motivazione, né sorretto da alcun dato concreto, documentale e/o informativo, di riscontro effettivo alle asserite presunte illegittimità ascrivibili al consulente nell’espletamento del mandato e alla eccessiva onerosità delle sue prestazioni professionali” (decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Salerno il 2 dicembre 2008, dichiarato legittimo e conforme dal Tribunale del Riesame in data 9 gennaio 2009).

– “Il «caso Genchi» ha qualche nesso, somiglianza o intreccio con il «caso Telecom»? Forse sono solo due le possibili somiglianze: l’assenza di intercettazioni vocali e la reazione confusa e interessata di molti uomini politici, freneticamente interessati a tirarsi fuori da eventuali impacci, scandali, rivelazioni o anche processi. Per il resto, mentre la Security di Telecom spiava, formava dossier illegali per scopi non sempre dichirabili e all’interno di un’azienda privata, Genchi ha – almeno formalmente – agito nella legalità, per fini istituzionali, sempre dichiarati e per “committenti” pubblici, autorizzati e con possibilità di delega: le Procure“.
Una “sottile” differenza distingue i due casi citati: Marco Mancini, numero due del SISMI, e Giuliano Tavaroli, responsabile della sicurezza Telecom, spiavano illegalmente, Genchi non spia e fino a prova contraria il suo operato rientra non solo formalmente ma anche sostanzialmente nell’ambito della legalità. La presunzione di innocenza non vale solo per i politici inquisiti.

Mancini conclude con l’annuncio che il materiale sequestrato è stato poi restituito a Genchi in seguito alla decisione del Tribunale del Riesame emessa il 10 aprile 2009.  Anche la presunta restituzione nasce dalla fervida immaginazione del giornalista: il materiale è stato dissequestrato ma al consulente non è stato ancora restituito niente…

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: